Saluti da Mad Max.

Un Unimog U 530 con caricatore frontale e gru di carico.

Quando Bernd Jastremski gira l'angolo con il suo Unimog, compare un veicolo mozzafiato: verniciatura color antracite, aletta parasole, fari di lavoro, caricatore frontale Hauer con forca per pallet, gru Palfinger (27 tonnellate metriche con braccio supplementare), verricello Palfinger (64 metri) e asse posteriore sterzante.

Un Unimog diverso da tutti gli altri.

Consegnato dalla Rappresentanza Generale Unimog Peter Meineke di Bad Fallingbostel-Dorfmark, questo Unimog U 530 non è come tutti gli altri. Quello che in un primo momento sembrerebbe un veicolo futuristico appena uscito da un film di Mad Max è in realtà uno strumento di lavoro indispensabile per la Energie-Spar-Centrum Altenwahlingen.

Qui ad Heidekreis, non lontano da Walsrode, tutti conoscono Bernd Jastremski e il suo Unimog. I loro interventi ad Amburgo, Brema e Hannover sono piuttosto frequenti. «Siamo un’azienda specializzata nell’installazione di impianti fotovoltaici», spiega il responsabile. Insieme al suo team costituito da quattro membri installa ogni anno impianti in grado di produrre in media un megawatt di energia fotovoltaica (PV). «E con l’Unimog possiamo lavorare in modo completamente autonomo».

Il diametro di volta è straordinariamente ridotto. Un enorme vantaggio per noi.

Bernd Jastremski, responsabile della Energie-Spar-Centrum Altenwahlingen

Flessibilità assicurata anche sulle strade strette.

L’Unimog U 530 con massa totale a terra maggiorata a 16 t traina un cassone intercambiabile da 18 t. Su di esso vengono caricati i pallet contenenti i pannelli solari. «L’importanza dell'Unimog per noi deriva dall'estrema flessibilità operativa che garantisce, in particolare nelle zone abitate. Se le condizioni della strada non ci permettono di procedere diversamente, scarichiamo il cassone con il caricatore frontale, trasportiamo il pallet fino al cantiere e successivamente solleviamo il modulo con la gru e lo posizioniamo sul tetto», spiega Jastremski. «Nessun veicolo di questo genere è dotato di un asse posteriore sterzante. Il diametro di volta è straordinariamente ridotto. E questo è un enorme vantaggio per noi».

L’efficienza energetica incontra l’efficienza dell’Unimog.

L'Unimog di colore grigio scuro è già il terzo per Jastremski, che è entusiasta dei vantaggi offerti da questo veicolo da lavoro: «Per noi è importante anche avere un cambio con rapporti di trasmissione ridotti. Con l’Unimog, poi, siamo in grado di raggiungere qualsiasi cantiere, ovunque esso si trovi». La Energie-Spar-Centrum infatti non esegue installazioni solo presso le classiche unità monofamiliari. Sempre più spesso il team di Altenwahlingen installa impianti anche su terreni agricoli in disuso. L'installazione degli impianti fotovoltaici avviene su capannoni industriali che non raramente raggiungono un’altezza di 13 metri. «Oggi la maggior parte dell’energia prodotta grazie alla luce solare viene utilizzata per uso privato» afferma Jastremski, esperto di risparmio energetico che provvede anche a fornire i boiler solari adatti agli impianti installati.

E quando l'Unimog non viene impiegato per movimentare o caricare i moduli, Jastremski lo presta senza esitazione alla falegnameria di un amico. In questo caso l’Unimog viene utilizzato per trainare pesanti blocchi e travi in legno squadrato. Insomma, non solo efficienza energetica, ma efficienza a tutto tondo, quella dell’Unimog.

Un progetto realizzato con la Rappresentanza Generale Unimog:
Peter Meineke GmbH & Co. KG

Incontri speciali: un Unimog U 530 con caricatore frontale.
Affidabilità su tutti i fronti: l’Unimog U 530 della Energie-Spar-Centrum Altenwahlingen consente di lavorare in modo autonomo.
Incontri speciali: un Unimog U 530 con caricatore frontale.
1/5
hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl