Alleati instancabili nella lotta contro gli incendi.

L'Unimog scende in campo per combattere gli incendi boschivi in Lettonia.

Il 2019 sarà ricordato come l'anno degli incendi in cui la Terra è andata letteralmente in fiamme – dall'emisfero australe al circolo polare: incendi nelle aree artiche, incendi nella foresta pluviale amazzonica, incendi nel bush australiano e in Indonesia. Incendi devastanti ovunque. Anche i Paesi dell'Europa centrale, quali la Germania, la Gran Bretagna o gli Stati scandinavi hanno subito le conseguenze di vasti incendi che hanno messo in pericolo la natura e la vita dell'uomo.

Contro gli incendi minacciavano di distruggere estese superfici boschive della Lettonia, rischiando di compromettere uno dei settori più importanti per l'economia del Paese, ovvero l'industria del legname, sono stati impiegati gli Unimog U 4023 e U 4000.

27 eroi affrontano le fiamme per salvare il Paese.

Il legno e i suoi derivati rappresentano le voci principali delle esportazioni per la Lettonia. Un dato che non sorprende, se si considera che circa la metà della superficie complessiva del Paese è coperta da boschi. Per questa ragione, l'industria del legname è da sempre annoverata tra i settori più forti dell'economia del Paese creando opportunità di lavoro per molte persone. Gli estesi incendi boschivi non costituiscono pertanto un pericolo unicamente per la natura, ma anche per il settore industriale. La situazione è resa particolarmente preoccupante dal fatto che anche in Lettonia, come nel resto dell'Europa, l'estate del 2019 ha portato con sé un clima ancora più arido e caldo rispetto all'anno precedente, durante il quale si erano già verificati numerosi incendi.

Ma la Lettonia è equipaggiata al meglio per sfidare le fiamme: la flotta del Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste, con sede a Riga, è costituita da un totale di 27 Unimog – 16 Unimog fuoristrada U 4000 e undici Unimog U 4023: la vera spina dorsale della task force statale incaricata di combattere gli incendi.

Per i nostri interventi possiamo utilizzare soltanto veicoli leggeri. La categoria da 10 tonnellate è perfetta per le nostre esigenze.

Zigmunds Jaunkikis, vicecomandante del Corpo forestale nazionale

27 eroi affrontano le fiamme per salvare il Paese. (Kopie 1)

Il legno e i suoi derivati rappresentano le voci principali delle esportazioni per la Lettonia. Un dato che non sorprende, se si considera che circa la metà della superficie complessiva del Paese è coperta da boschi. Per questa ragione, l'industria del legname è da sempre annoverata tra i settori più forti dell'economia del Paese creando opportunità di lavoro per molte persone. Gli estesi incendi boschivi non costituiscono pertanto un pericolo unicamente per la natura, ma anche per il settore industriale. La situazione è resa particolarmente preoccupante dal fatto che anche in Lettonia, come nel resto dell'Europa, l'estate del 2019 ha portato con sé un clima ancora più arido e caldo rispetto all'anno precedente, durante il quale si erano già verificati numerosi incendi.

Ma la Lettonia è equipaggiata al meglio per sfidare le fiamme: la flotta del Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste, con sede a Riga, è costituita da un totale di 27 Unimog – 16 Unimog fuoristrada U 4000 e undici Unimog U 4023: la vera spina dorsale della task force statale incaricata di combattere gli incendi.

Quando scatta l'allarme, inizialmente interviene di norma un solo Unimog con una squadra composta da tre operatori. Sul luogo dell'intervento il team viene supportato anche dal servizio forestale locale. E spesso non c'è bisogno di coinvolgere nessun altro: nel 70 % dei casi, infatti, i vigili del fuoco riescono a estinguere completamente l'incendio utilizzando un unico veicolo. Quando gli incendi sono più estesi, è invece necessario l'intervento di più Unimog. In questi casi l'intervento antincendio è regolarmente coadiuvato dai droni che consentono di valutare con maggior precisione l'entità dei danni. I droni sorvolano la zona e grazie all'ausilio di termocamere consentono di individuare rapidamente braci attive e focolai dell'incendio.

1/0

È in particolare nelle aree boschive che le qualità dell'Unimog risaltano: spesso, infatti, le grandi autopompe non riescono ad addentrarsi tra la fitta vegetazione. In questi casi veicoli più leggeri e maneggevoli, come l'Unimog, rivelano tutta la loro efficacia. E se l'acqua finisce, le squadre a bordo degli Unimog fanno rifornimento presso il fiume o il lago più vicini e possono così riprendere il proprio intervento.

Progetto realizzato in collaborazione con la Rappresentanza Generale Unimog:
Schelling Nutzfahrzeuge GmbH

 

Interesse suscitato?

Richiedi ora del materiale informativo sull'Unimog!

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl