L'Unimog: un alleato nell'emergenza Coronavirus.

Nei casi di emergenza la Verein für Rettungsdienst und Katastrophenschutz, il servizio di protezione civile della Baviera, si affida all'Unimog.

Si distinguono tra gli altri soccorritori grazie alle giacche di colore giallo e verde – e si proteggono dal virus con mascherina, apposito copricapo e guanti: sono i volontari e i membri della Verein für Rettungsdienst und Katastrophenschutz della Baviera, comunemente indicata con l'acronimo RKT e.V. «Abbiamo tutti una certa esperienza sul campo – dalle catastrofi fino alle situazioni meno gravi. Ma le operazioni necessarie a contrastare il COVID-19 ci stanno mettendo in seria difficoltà», racconta Tim Christen, membro del consiglio direttivo della RKT. Il suo team, ad esempio, ha allestito le stazioni mobili per l'esecuzione dei tamponi per il COVID-19 a Landshut, Tirschenreuth e a Norimberga. Il tutto con il supporto dell'Unimog.

Organizzati ed equipaggiati al meglio.

«Per conto della KVB, l'associazione bavarese dei medici impegnati nel servizio pubblico, ci siamo occupati della progettazione e della realizzazione dell'intera infrastruttura», continua Florian Unfried, che affianca Christen nella direzione dell'associazione ed è membro fondatore del consiglio direttivo. Gli operatori della RKT e.V. hanno dovuto predisporre aree di attesa e allestire parcheggi, montare tende e installare sistemi di riscaldamento e di illuminazione. Ed è doveroso menzionare anche le squadre che hanno fornito un supporto diretto al personale medico impegnato con i pazienti durante l'esecuzione dei tamponi.
Dal punto di vista tecnico, il team può contare sul supporto di un parco veicoli altamente professionale, di cui fanno parte due Unimog U 1300 – naturalmente verniciati di giallo, il colore che rappresenta l'associazione.

RKT e.V.

La Verein für Rettungsdienst und Katastrophenschutz della Baviera è stata fondata nel 2017 a Saal an der Donau come associazione di soccorso privata. Oggi nella Germania meridionale sono 70 i membri attivi, pronti a intervenire tempestivamente in caso di emergenza. Altri 160 membri passivi forniscono indirettamente all'associazione un indispensabile contributo finanziario, ad esempio tramite il pagamento delle quote associative.

Altre informazioni: rkt-ev.de

Curati in ogni dettaglio.

Un Unimog precedentemente utilizzato dall'esercito è stato convertito in un veicolo fuoristrada adibito al soccorso pubblico conforme a tutte le norme DIN (nome di chiamata radio: Rettung Regensburg 71/72). Nell'equipaggiamento a richiesta del veicolo figurano ad esempio l'illuminazione supplementare anteriore con una barra luminosa a LED da 600 W, i due fari di retromarcia a LED da 120 W, nonché due ulteriori fanali a LED da 75 W, l'illuminazione esterna di orientamento a LED, lo snorkel di aspirazione, la botola sul tetto, le luci di identificazione rotanti a LED della Hänsch, gli 8 lampeggiatori a LED nella parte anteriore, l'impianto audio della Martin Horn e infine la sirena da nebbia, utilizzata come clacson.

Dove gli altri veicoli non arrivano, l'Unimog dà il meglio di sé.

Tim Christen e Florian Unfried, Membri del consiglio direttivo, RKT e.V.

Il secondo modello equipaggiato con sovrastruttura della Rosenbauer, un Unimog U 1300L (nome di chiamata radio: Rettung Regensburg 53/1), è una concessione dei colleghi della protezione civile austriaca e viene utilizzato dalla squadra tecnica di intervento. Il veicolo è equipaggiato con tre generatori di emergenza, due gruppi di illuminazione, un paranco da 16 t, una tenda con sistema di riscaldamento, delle brande pieghevoli, un cestino barella di soccorso, un resistente set di attrezzi, una motosega, delle cinghie di scorrimento e di fissaggio, nonché un kit medico di emergenza.

Il veicolo è dotato di una colonna fari pneumatica estensibile fino a tre metri (con due luci a LED Seto 2000). A questa si aggiungono il verricello a comando idraulico della Rotzler (15 t), lo snorkel di aspirazione, il dispositivo di alimentazione da 230 V con circuito prioritario di rete, la barra luminosa blu DBS 4000 modificata della Hänsch, gli 8 lampeggiatori a LED nella parte anteriore, la radio digitale BOS e la consolle sul tetto con autoradio Bluetooth.

1/9

L'Unimog convince sui terreni fuoristrada.

«Spesso nel nostro Paese il salvataggio dei feriti sui terreni fuoristrada difficili viene sottovalutato», spiegano Tim Christen und Florian Unfried, che ritengono che molti organi di soccorso non siano neanche attrezzati per intervenire in caso di inondazioni, sui terreni fuoristrada o durante gli incendi boschivi. «Spesso queste operazioni vengono poi portate a termine dal soccorso alpino. Ma non è questo il punto», continuano i due responsabili della RKT.

In qualità di soccorritori e paramedici adeguatamente preparati, i due membri del consiglio direttivo garantiscono che l'Unimog è un compagno affidabile: «Dove gli altri veicoli non arrivano, l'Unimog dà il meglio di sé.È l'unico veicolo che viene preso in considerazione dalla nostra squadra in azione sui terreni fuoristrada difficili». Anche nella gestione operativa ci affidiamo alla Mercedes-Benz: un G 400 trasporta le figure di riferimento della protezione civile ovunque sia richiesta la loro presenza.

Abbiamo risvegliato il tuo interesse?

Richiedi ora il materiale informativo sull'Unimog!

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl