Parola d'ordine: muoversi agevolmente sulla spiaggia

Sull'isola di Usedom l'Unimog viene utilizzato per eseguire le operazioni di soccorso in acqua.

Thomas Labahn fa parte dei Vigili del fuoco volontari di Ückeritz da 14 anni e da cinque anni è comandante. Conosce tutto del suo comune – compresi i pericoli, che sicuramente non mancano nella zona dell'isola di Usedom in cui sorge un piccolo centro, abitato da 1.000 anime.

Nove interventi di salvataggio all'anno.

Da un lato il Mar Baltico, dall'altro la laguna di Achterwasser. «Le operazioni di soccorso in acqua sono una parte fondamentale del nostro lavoro», racconta il comandante Labahn. Il 40enne, a capo di una squadra composta da 28 vigili del fuoco in servizio effettivo, coordina l'esecuzione di interventi complessi nelle situazioni critiche.

Quando ci sono persone disperse in mare i Vigili del fuoco di Ückeritz sono sempre pronti a intervenire per prestare soccorso. In media situazioni del genere si verificano fino a nove volte all'anno. Gli specialisti del DGzRS (servizio di ricerca e salvataggio marittimo tedesco) si occupano delle ricerche in acqua, mentre i Vigili del fuoco di Ückeritz prestano servizio dalla spiaggia, dove sono pronti a raccogliere ogni segnale di speranza.

Un veicolo in grado di avanzare in modo disinvolto sulla sabbia.

Esiste però un unico veicolo in grado di consentire ai soccorritori dei Vigli del fuoco volontari di Ückeritz di entrare direttamente in acqua: l'Unimog. Da qualche mese è arrivato in caserma un U 5023 nuovo di zecca. «Naturalmente abbiamo cercato anche delle alternative. Ma il punto è che non esiste nessun altro veicolo che dimostri doti di versatilità e doti fuoristradistiche spiccate come quelle dell'Unimog».

Labahn è entusiasta del nuovo veicolo rosso che si è appena aggiunto alla sua scuderia. «La profondità di guado pari a 1,20 m è stato un fattore determinante nella scelta del veicolo da acquistare», spiega. Le autorità e i Vigili del fuoco si sono trovati subito d'accordo sul fatto che per gli interventi sull'Isola, in particolare sulla sabbia, un Unimog fosse indispensabile. E sin dall'inizio hanno potuto contare sul servizio offerto dalla Rappresentanza Generale Unimog.

1/6

Un equipaggiamento speciale per gli interventi di soccorso.

Gli equipaggiamenti comprendono un impianto di scarico e di aspirazione dell'aria collocato in posizione rialzata, nonché un trattamento impermeabilizzante supplementare per prevenire le infiltrazioni di l'acqua salata. Il veicolo è inoltre dotato di un impianto di regolazione della pressione pneumatici completamente automatico, di pneumatici tassellati 455/70R24 e di un verricello idraulico Rotzler con una fune avente una lunghezza utile di 40 metri.

Il montante telescopico fisso dotato di luci è in grado di raggiungere i cinque metri di estensione. La cabina può ospitare fino a sei membri dell'equipaggio. Oltre al conducente, a bordo vengono accolti il caposquadra, le persone addette all'intervento e al soccorso in mare e – a seconda della situazione – anche una persona in grado di governare le imbarcazioni. Quando perviene una richiesta di soccorso per salvare una persona dispersa in mare, l'Unimog è pronto a trainare un gommone lungo 5,50 m con un motore fuoribordo da 90 CV sistemato su uno speciale rimorchio.

Il punto è che non esiste nessun altro veicolo che dimostri doti di versatilità e doti fuoristradistiche spiccate come quelle dell'Unimog.

Thomas Labahn, Comandante, Vigili del fuoco volontari di Ückeritz

Il professionista della logistica è sempre operativo.

Ma non è solo la capacità dell'Unimog di affrontare gli interventi sulla spiaggia a rendere il veicolo così interessante. «La sovrastruttura del veicolo è stata pensata per consentire al veicolo di eseguire gli interventi più disparati», racconta Thomas Labahn. La sovrastruttura è stata realizzata dal costruttore Parkentin, mentre la Günzburger Steigtechnik ha fornito i cinque carrelli che, a seconda dell'intervento da eseguire, possono essere sostituiti e trasportati in un tempo massimo di tre minuti e mezzo.

In caso di emergenza, viene utilizzata un'installazione dotata di 16 manichette antincendio, che in un istante possono essere attrezzate da due sole persone fino a ottenere una lunghezza di 350 m. A bordo è inoltre presente un rimorchio supplementare per trasporto delle manichette per ulteriori 750 m. Presto saranno disponibili due contenitori, uno per le attrezzature igienico-sanitarie ed un altro per le speciali attrezzature utilizzate per l'estinzione degli incendi della vegetazione.

L'Unimog è un «officina mobile universale» pronta a intervenire in qualsiasi situazione. Perché spesso solo una volta giunti sul luogo dell'intervento si capisce di cosa c'è bisogno.

Interesse suscitato?

Richiedi subito materiale informativo sull'Unimog!

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl