Granulato d'erba dall'Algovia.

L’Unimog fornisce il suo contributo nella produzione del foraggio.

L’Unimog U 529 è stato testato per un anno. Per la RegioGras eG, una cooperativa con sede a Hergatz, nel distretto di Lindau, ciò equivale a un totale di circa 1.000 ore di esercizio, nonché 35.000 chilometri sul tachimetro. Il responso: «In termini di consumo di carburante, nessun trattore regge il confronto con questo autocarro. L’Unimog consuma molto meno carburante rispetto a qualunque altro concorrente», spiega il responsabile Toni Eller. La cooperativa, che conta 830 membri ed è specializzata nell’essiccazione dell’erba e del mais, ha già utilizzato degli Unimog in passato. A quel tempo i modelli utilizzati erano il 2100 e il 2400.

A furia di utilizzarli, abbiamo già consumato all’incirca dodici Unimog

Toni Eller, responsabile, RegioGras eG

Pollice verde, Unimog verde.

Per i membri della cooperativa dell’Algovia era giunto il momento di acquistare un Unimog di ultima generazione. E per garantire che fosse in grado di soddisfare le esigenze della cooperativa impegnata nella raffinazione del foraggio per i bovini da latte la scelta è ricaduta su un veicolo dotato di un’ampia varietà equipaggiamenti a richiesta che è stato ordinato presso la Rappresentanza Generale Unimog Knoblauch-Wohlgschaft di Wangen: pneumatici 495, impianto di regolazione della pressione pneumatici, giunto di accoppiamento a testa sferica K80, fari supplementari e telecamera posteriore. E, ciliegina sulla torta, sul veicolo è stata montata anche un’autoradio Bluetooth per il conducente.

La stagione durante la quale viene utilizzato il 529 va da aprile fino a novembre. «Dopodiché viene messo in stand-by», spiega Toni Eller. Perché il suo nuovo Unimog ha un unico compito: lavorare. Oltre a ciò, ai membri che devono percorrere lunghe distanze per raggiungere l’impianto di essiccazione la cooperativa offre la possibilità di viaggiare con l’Unimog e di utilizzarlo per caricare l’erba e trasportarla fino all’impianto. L’Unimog U 529 è in grado di viaggiare a una velocità di 90 km/h e di trainare con disinvoltura il Jumbo, il caricatore della Pöttinger da 40 metri cubici.

Al lavoro nei campi e su strada.

Scelti appositamente per lo svolgimento delle attività agricole, gli equipaggiamenti di questi portattrezzi impiegati sono in grado di soddisfare qualunque esigenza. Il veicolo offre tutte le attrezzature necessarie per eseguire le attività nei campi e su strada: pneumatici che agevolano la trazione fuoristrada, cassone per le attività agricole, bocca di accoppiamento, impianto idraulico per il rimorchio e una cabina equipaggiata di tutto punto con climatizzatore e «sedili particolarmente comodi», come sottolinea Marius Vaske. Perché gli Unimog vengono impiegati anche nelle attività logistiche. E talvolta per spostarsi dall’azienda ai campi percorrono anche 50 chilometri.

«Ci occupiamo della raffinazione dei fasci d’erba raccolti dai nostri soci», spiega Toni Eller riferendosi all’erba appena tagliata. Nell’impianto di Hergatz questi pregiati fasci d’erba vengono lavorati in modo da ottenere dei pellet. Da anni il granulato d’erba viene utilizzato con ottimi risultati per l’alimentazione dei ruminanti, in particolare dei bovini, ma anche degli equini e dei caprini. Questo sistema consente da un lato di migliorare considerevolmente il rendimento dei bovini da latte agendo sulla loro alimentazione di base, dall’altro di ridurre l’acquisto di mangime concentrato.

Un’efficace soluzione dall’Algovia.

Secondo quanto affermato dalla RegioGras eG, «nei mangimi utilizzati nell’UE circa il 70 % del fabbisogno proteico viene coperto dalle importazioni». Per realizzare il granulato prodotto dall’azienda, l’erba proveniente dai prati dei tre Länder che costituiscono la regione viene fatta essiccare con aria calda e pressata fino ad ottenere dei pellet. Grazie alla rapidità del processo di essiccazione e al ridotto grado di dispersione dei componenti durante la pressatura, i nutrienti principali (vitamine, sali minerali) vengono trattenuti e mediante un trattamento termico le proteine vengono convertite in proteine «protette» non degradabili.

In Germania sono attivi circa 40 impianti di questo tipo, la maggior parte dei quali sono situati nella Germania meridionale. Ogni anno la cooperativa si occupa della lavorazione e della distribuzione di 140.000 tonnellate di erba e mais in pellet provenienti dai prati dell’Algovia.

1/4
hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl