È stata la passione
per i motori a far
scattare la scintilla.

Come dalla passione per l'Unimog è nato un grande amore.

Sito d'incontri? Supermercato? Amici di amici? Nulla di tutto questo. A unire Amelie e Jan Schneider è stato il loro amore per l'Unimog. E quando due fan così sfegatati dell'Unimog si sposano, lo Special Truck non può naturalmente mancare nel giorno del loro matrimonio.

L'incontro sotto una buona Stella.

«Ci siamo conosciuti a Sievershausen, a un raduno di veicoli d'epoca», racconta Jan Schneider rievocando la fatidica giornata settembrina del 2011 iniziata come puro svago e finita con le farfalle nello stomaco. «Mia moglie partecipava all'evento con il suo 411 Cabrio, mentre io ero lì con il mio 424 U1000», continua l'appassionato di Unimog. Grazie a questa passione in comune, i due giovani si sono avvicinati sempre di più. Il resto è storia: nove anni dopo si sono finalmente giurati amore eterno, mentre i loro amati Unimog li attendevano davanti alla chiesa.

Un concentratodi potenza per una carrozza nuzialealternativa.

Non avendo potuto festeggiare come desideravano il matrimonio civile celebrato nell'aprile del 2020 a causa delle misure anti Covid, Amelie e Jan Schneider erano ancora più impazienti di sposarsi in chiesa l'autunno seguente. «Volevamo che di fronte all'ufficio di stato civile ci fossero i nostri Unimog ad attenderci. Purtroppo alla fine non è andata così. I veicoli decorati per l'occasione probabilmente avrebbero attirato eccessivamente l'attenzione e per garantire la sicurezza di tutti era naturalmente necessario evitare che si creassero assembramenti», spiega Jan Schneider.

Tuttavia anche in autunno la nostra vita era ancora fortemente influenzata dalla pandemia e non è stato possibile festeggiare in grande. «Ci siamo sposati in chiesa il 5 settembre. E gli Unimog da cui è nato tutto questa volta non potevano mancare», raccontano gli sposi.

Amore a prima vista.

Jan e Amelie hanno restaurato l'Unimog 411 di colore grigio ghiaia costruito nel 1960 appositamente per il matrimonio – sempre affidandosi al supporto professionale fornito dagli esperti consulenti dell'Unimog Museum di Gaggenau. «Ci sono voluti due anni e 1.500 ore di lavoro per rimetterlo in sesto», racconta Amelie Schneider.

Non poteva essere altrimenti, considerando che lo Special Truck è stato trovato dai due appassionati del fai-da-te sotto un telone, tra i rottami di un'autodemolizione. Il veicolo abbandonato è diventato un ambizioso progetto a cui la coppia di futuri sposi si è dedicata nel proprio tempo libero. «D'estate dopo il lavoro continuavamo a darci da fare praticamente ogni sera fino a quando non faceva buio», ricorda Amelie Schneider, che ha imparato a guidare con l'Unimog del padre.

Amelie e Jan Schneider hanno recuperato l'Unimog 411 tra i rottami di un'autodemolizione.
Ci sono voluti due anni per riportare l'Unimog 411 sulla strada.
Lo Special Truck è stato rimesso in sesto giusto in tempo per il matrimonio.
Amelie e Jan Schneider hanno recuperato l'Unimog 411 tra i rottami di un'autodemolizione.
1/7

Un veicolo veramente tuttofare: pronto anche a celebrare i matrimoni.

«Nella nostra piccola collezione al momento ci sono ben quattro Unimog», racconta Jan Schneider. Due Unimog 411 degli anni '60, un 424 U1000 costruito nel 1977 e un Unimog 406 prodotto nel 1970 e restaurato personalmente da Jan insieme alla moglie e al suocero – Amelie e Jan Schneider naturalmente sono anche membri dell'Unimog Club di Gaggenau. In questo modo hanno l'opportunità di confrontarsi con altri appassionati come loro e così, per tutti i progetti a venire, potranno avvalersi del miglior supporto possibile. A prescindere da ciò che il futuro ha in serbo per i neo sposi, una cosa è certa: i loro Unimog non mancheranno certo quando i nostri due appassionati festeggeranno i loro futuri anniversari del matrimonio.

Abbiamo risvegliato la tua passione?

Richiedi ora del materiale informativo sull'Unimog!

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl