Quando la
meta è il viaggio.

Otto Unimog trasportano i visitatori delle Nuova Zelanda verso la loro prossima avventura.

Oltrepassare i confini. Offrire esperienze da vivere e da portare dentro di sé, superare ogni aspettativa. È esattamente questo il motto che guida la Go Orange: «Go beyond». Ed è così per davvero: l'azienda neozelandese offre ai clienti amanti dell'avventura provenienti da tutto il mondo una valanga di emozioni. Un ruolo determinante è rivestito da otto possenti Unimog, che sono ormai diventati il biglietto da visita della Go Orange.

Con l'Unimog ogni viaggio diventa un'avventura.

Solitamente c'è solo un pensiero nella testa di chi si reca nella cittadina montana di Queenstown, nell'Isola del Sud: immergersi nelle attività sportive! Particolarmente apprezzati dai visitatori sono il rafting e il kayak, in quanto il paesaggio suggestivo creato dai fiordi attorno al lago Wakatipu offre le condizioni migliori per praticare queste attività.

Le guide turistiche e i conducenti della Go Orange conoscono perfettamente i posti in cui organizzare le migliori escursioni e i punti in cui il paesaggio è più affascinante e accompagnano i partecipanti per i sentieri e i corsi d'acqua nella regione intorno a Queenstown. La maggior parte dei visitatori provenienti da tutto il mondo turisti non è mai salita su un Unimog, così il viaggio verso la meta rappresenta di per sé un'avventura.

I nostri Unimog offrono esperienze assolutamente uniche, che non cessano di offrire sorprese ai nostri clienti.

Emma Hansen, Responsabile Marketing, Go Orange

In una città in cui ogni giorno si è abituati a vedere circolare solo gli autobus tradizionali, gli Unimog decisamente non passano inosservati. Per i professionisti dell'avventura della Go Orange questi veicoli sono però molto più di una semplice trovata pubblicitaria esteticamente accattivante. «Gli Unimog rappresentano uno straordinario valore aggiunto», afferma soddisfatta Emma Hansen, Responsabile Marketing della Go Orange. «I nostri Unimog offrono esperienze assolutamente uniche, che non cessano di offrire sorprese ai nostri clienti».

Comodo anche in situazioni scomode.

E le sorprese non mancano mai, come accade ad esempio nella Skippers Canyon Road, che attraversa uno dei paesaggi più incantevoli della Nuova Zelanda – ma che è anche tra le rotte più pericolose del mondo. La strada acciottolata, costeggiata su entrambi i lati da ripide scogliere, è così stretta da rendere difficile la guida dei veicoli.

Eppure gli Unimog fuoristrada affrontano questa sfida dimostrando di essere sempre all'altezza. Dall'interno dell'abitacolo i passeggeri possono ammirare il panorama mozzafiato. Per non farsi mancare nulla neanche dal punto di vista del comfort, sui truck sono stati montati degli schermi televisivi e un interfono grazie al quale il team della Go Orange può comunicare con i passeggeri in qualsiasi momento.

L'Unimog regala i migliori panorami sul paesaggio suggestivo dei fiordi vicino a Queenstown.
L'Unimog accompagna in modo sicuro e confortevole gli avventurosi passeggeri verso la successiva meta.
L'Isola del Sud attira numerosi visitatori coi suoi incontaminati paesaggi mozzafiato.
La Skippers Canyon Road attraversa uno dei paesaggi più incantevoli della Nuova Zelanda ma è anche uno tra i tracciati più pericolosi del Paese.
Con l'Unimog anche il percorso che raggiunge il punto di partenza del tour in kayak è un'esperienza.
Strade acciottolate, ripide scogliere – nessun problema per l'Unimog.
Il paesaggio dei fiordi attorno al lago Wakatipu offre le condizioni migliori per praticare il rafting e il kayak.
L'Unimog regala i migliori panorami sul paesaggio suggestivo dei fiordi vicino a Queenstown.
1/7

Flessibile nel trasporto di persone e di attrezzature

La cabina di guida, realizzata dalla Kiwi Bus, un'azienda che ha sede nell'Isola del Nord, è stata eseguita su espressa richiesta. Per la Go Orange era particolarmente importante realizzare spazi ispirati alla flessibilità, che potessero tenere conto delle numerose attrezzature necessarie per le attività di rafting e kayak. Di conseguenza, i sedili sono stati disposti in modo da poter sempre trasportare a bordo tutto l'occorrente per le diverse escursioni. Una soluzione pratica che agevola il lavoro degli operatori.

Molti turisti sono soddisfatti anche della presenza di un altro dettaglio sull'Unimog: le porte USB collocate ovunque nell'abitacolo. Una soluzione, questa, che scongiura la peggiore delle ipotesi possibili per i turisti: ritrovarsi nel bel mezzo di un paesaggio suggestivo con il cellulare scarico. Grazie agli otto tuttofare della Mercedes-Benz è stato possibile pensare davvero a tutto.

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl