Sempre ai primi posti.

L'Unimog strada-rotaia come flessibile mezzo da manovra nella fabbrica Mercedes-Benz di Brema.

Per la consegna delle sue ambite autovetture, Mercedes-Benz non lascia nulla al caso. E punta su affidabili aiutanti con la Stella: nella fabbrica di automobili di Brema, cinque Unimog espressamente equipaggiati per l'impiego su strada e rotaia si occupano dei lavori di smistamento, offrendo un'alternativa flessibile e redditizia al locotrattore.

L'Unimog trasferisce le vetture nuove sui binari.

Infinite file di vagoni attraversano a passo d'uomo l'area dello stabilimento di Brema. A bordo trasportano modelli Classe C nuovi di zecca, ordinatamente messi in fila e protetti da eventuali danni da trasporto. La prima tappa è un punto di trasbordo all'uscita della fabbrica, dove una locomotiva per il trasporto a lungo viaggio aggancia i vagoni per condurli al porto di Brema. Da lì, per le vetture, inizia un viaggio via mare verso numerose regioni del mondo.

Lo stabilimento Mercedes-Benz di Brema è uno dei più grandi impianti di produzione automobilistici della Germania. Qui il binario rappresenta una via di trasporto fondamentale: soprattutto le esportazioni verso le regioni d'oltremare prendono questa strada. Anche i residui della lavorazione del metallo in fabbrica, generati dallo stampaggio delle parti delle carrozzerie, vengono portati via con i vagoni ferroviari.

Per le necessarie operazioni di smistamento dei pesanti vagoni, all'interno della fabbrica Mercedes-Benz di Brema si utilizzano cinque Unimog strada-rotaia. Grazie al carrello di guida abbassabile idraulicamente, questi veicoli si possono guidare sia sulle rotaie che su strada.

E questo vantaggio si ripaga ampiamente, come dice Ralf Menger, caposquadra del team Trasporto aziendale/Servizio di smistamento. Infatti questi factotum sono in grado di muoversi in modo agile e veloce tra i diversi settori di impiego della fabbrica, riuscendo anche a districarsi fra le sue curve strette senza problemi. Questo permette di risparmiare costosi investimenti in nuovi tratti di binari che sarebbero necessari utilizzando i locotrattori tradizionali.

Per le operazioni di smistamento nell'area della fabbrica è decisamente vantaggioso poter utilizzare in modo flessibile gli Unimog bimodali tra strada e rotaia.


Ralf Menger, team Trasporto aziendale/Servizio di smistamento

Due degli Unimog della fabbrica automobilistica di Brema appartengono già all'ultima generazione del collaudato veicolo industriale, il modello U 423. Una buona notizia per il budget: questi veicoli durante l'uso consumano molto meno carburante rispetto ai locotrattori paragonabili. E grazie alla più moderna tecnologia di propulsione Euro-VI forniscono un importante contributo alla riduzione delle emissioni nell'area dello stabilimento: un bene per l'ambiente.

1/11

Forza di trazione elevata anche sotto la pioggia.

Gli Unimog U 423 con i loro motori a 4 cilindri da 170 kW (231 CV) devono trainare quotidianamente carichi rimorchiabili che arrivano fino a 600 t. A limitare l'usura e incrementare la coppia in fase di spunto provvede il gruppo convertitore di coppia con frizione dell'Unimog, disponibile di primo equipaggiamento:

una soluzione affidabile che funziona anche in caso di maltempo e sui binari bagnati. Infatti, grazie alla trazione integrale e ai bloccaggi dei differenziali, come pure alla maggiore massa complessiva ammessa della nuova generazione di Unimog, la trazione è sempre garantita anche sui binari sdrucciolevoli: un fattore importante per la sicurezza soprattutto in frenata.

Perfettamente equipaggiato per le operazioni di smistamento.

L'equipaggiamento dei due Unimog U 423 comprende una dotazione tecnica studiata con cura per l'impiego ferroviario dagli allestitori specializzati Zagro e Zwiehoff. Ad esempio, i due potenti veicoli sono dotati di un sistema frenante dei carri merci per carichi da 800 t e di barre d'aggancio anteriori e posteriori. Un pratico radiocomando consente manovre di smistamento precise, mentre il guidatore può tenere sotto controllo i vagoni stando al di fuori del veicolo.

Per l'impiego in fabbrica, gli Unimog dispongono di un'omologazione per uso ferroviario ai sensi del BOA (ordinamento tedesco per le strade ferrate). Come alternativa flessibile ai locotrattori, gli Unimog strada-rotaia ormai sono indispensabili nella fabbrica Mercedes-Benz di Brema, in particolare per la loro rapidità di passaggio dal binario alla strada, la redditività di esercizio e la facilità di integrazione nelle infrastrutture esistenti. «Con un locomotore relativamente meno flessibile, in pratica non sarebbe più possibile svolgere il programma di lavoro previsto sulle infrastrutture ferroviarie esistenti», conclude Ralf Menger, che al tempo stesso si dichiara ancora più felice al pensiero di potersi avvalere dei veicoli industriali prodotti dalla stessa Casa: questo significa che ancora più vetture nuove prodotte a Brema potranno arrivare con sicurezza ai Clienti Mercedes-Benz sparsi in tutto il mondo.

Lo stabilimento Mercedes-Benz di Brema.

Nella fabbrica di Brema, con più di 12.500 dipendenti Mercedes-Benz produce attualmente dieci modelli di autovetture, tra cui i modelli Classe C, GLC, SLC e SL. Nel 2017 dalle catene di montaggio sono usciti più di 420.000 veicoli. Con queste cifre, la fabbrica si attesta tra i più grandi stabilimenti automobilistici Mercedes-Benz.

Sulle rive del Weser si è pronti anche ad affrontare il futuro: a partire dal 2019 qui verrà prodotto il primo veicolo elettrico del nuovo marchio di prodotti EQ. Entro la fine del decennio, a Brema verranno installati tutti i sistemi di propulsione intelligenti di nuova concezione: dal classico motore a combustione interna, passando per gli ibridi plug-in, fino ai veicoli con celle a combustibile.

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl