Test di resistenza su ghiaccio e neve.

Per rinnovare il suo parco veicoli, VR Track sta sottoponendo un Unimog U 427 a un'ampia serie di test.

L'Unimog non è solo una soluzione ingegneristica, ma anche un compagno di lavoro affidabile. Il motivo per cui molti utenti spesso lo scelgono si capisce soltanto conoscendolo più da vicino. Ne è un esempio la ditta finlandese VR Track, appartenente al VR Group, che dà lavoro a 1800 dipendenti e gestisce 6000 chilometri di reti ferroviarie. Oltre a operare in Finlandia e in Svezia, VR Track è anche uno studio di ingegneria, un'impresa edile e una ditta di manutenzione specializzata in progetti infrastrutturali. In più VR Track è un importante fornitore di materiali da costruzione per reti ferroviarie che nel settore, per il suo carattere agile e innovativo, si può definire un vero e proprio pioniere.

Tra i clienti di VR Track figurano tra l'altro enti governativi e municipali, porti e imprese industriali. VR Track aderisce a numerosi progetti di cooperazione nel campo delle infrastrutture, prestando attenzione soprattutto all'incremento della produttività e al miglioramento qualitativo: ed è proprio in quest'ultimo ambito che l'Unimog entra in gioco.

L'obiettivo: veicoli leggeri, con un buon rapporto prezzo-prestazioni e a basse emissioni.

Di recente, dopo un'analisi del suo parco veicoli, VR Track ha concluso che la sua attuale flotta di veicoli strada-rotaia non corrispondeva più agli standard richiesti in termini di modernità ed ecocompatibilità. Per risolvere questo problema l'unica soluzione logica era sostituire i vecchi automezzi in dotazione con nuovi veicoli più leggeri, caratterizzati da un buon rapporto prezzo-prestazioni e basse emissioni.

Sia che si tratti di frese da neve o lame sgombraneve pesanti, l'Unimog è sempre l'ideale per il montaggio di qualsiasi attrezzo.
Il professionista del servizio strada-rotaia in azione con la lama sgombraneve.
L'Unimog si sottopone alla prova di resistenza al freddo nell'estremo nord.
Sia che si tratti di frese da neve o lame sgombraneve pesanti, l'Unimog è sempre l'ideale per il montaggio di qualsiasi attrezzo.
1/3

Dal profilo dei requisiti è risultato evidente che l'Unimog ha un grande potenziale.

VR Track ha stilato un profilo dei principali requisiti, mettendo la multifunzionalità in cima alla lista. Dopo aver ovviamente preso l'Unimog in considerazione, a primavera 2017 i responsabili della ditta hanno deciso di acquistare un primo veicolo per un progetto pilota. Il piano prevedeva la realizzazione di test intensivi sull'Unimog sia in primavera che d'inverno, nel corso di vari progetti di costruzione e manutenzione. L'obiettivo era valutare non solo la facilità d'uso e il comfort del veicolo per l'operatore, ma anche la sua idoneità nella manutenzione delle strade ferrate durante le diverse stagioni dell'anno, con tutta la varietà di esigenze e di sfide da affrontare che ciò comporta.

Un nuovo Unimog strada-rotaia per la rete tranviaria di Vienna.

Fin dall'inizio, la possibilità di un uso multifunzionale del veicolo ha rappresentato un requisito fondamentale del progetto pilota. I test dovevano dimostrare la validità non soltanto dell'Unimog, ma anche dei relativi attrezzi. D'inverno VR Track utilizza l'Unimog per lo sgombero di neve dai binari e dalle infrastrutture. Il suo equipaggiamento supplementare comprende attrezzature come lama sgombraneve, fresa da neve, lama spazzaneve e una gru Hiab con cestello portapersone che consente alle squadre di eseguire vari lavori di pulizia e manutenzione, ad esempio su dispositivi elettrici e impianti di illuminazione. Gli attrezzi per il servizio invernale dovevano risultare idonei anche per lo sgombero di strade e terreni. L'Unimog strada-rotaia può anche essere utilizzato per servizi di trasporto, come motrice in grado di trainare diversi tipi di rimorchio. Un'altra particolarità è rappresentata dal carrello di guida ZAGRO che consente di passare agevolmente dallo scartamento largo finlandese (1524 mm) a quello normale (1435 mm), come si usa in Svezia.

Desiderate maggiori informazioni? Richiedete gratuitamente il pacchetto informativo sull'Unimog per l'impiego bimodale strada-rotaia:

Richiedi il pacchetto informativo

Nel video: l'Unimog durante il test di idoneità finlandese.

I primi risultati dei test sono convincenti.

Per l'analisi del progetto pilota, VR Track ha istituito un programma di prove dettagliato che include un sistema di reporting. I risultati sono inequivocabili: l'Unimog si dimostra un autocarro leggero in grado di spostarsi rapidamente su strada, arrivando a toccare i 89 km/h lungo il tragitto fino al luogo d'intervento. Il passaggio del veicolo dalla sede stradale alla rotaia si svolge velocemente e senza intoppi. Inoltre l'Unimog si è rivelato ideale come piattaforma per applicazioni e sovrastrutture. Anche di fronte a molteplici sfide e condizioni atmosferiche avverse, questo veicolo versatile e adattabile se l'è sempre cavata egregiamente.

A garantire il suo successo ha contribuito non da ultimo la consulenza di Veho Oy, una Rappresentanza Generale Mercedes-Benz in Finlandia, e del suo responsabile Vendite Risto Eränen che sostiene il progetto, coordina l'allestimento dei veicoli e si occupa del training della squadra di operatori. A febbraio 2017 gli addetti sono stati sottoposti a una formazione teorica intensiva, seguita da un addestramento pratico sul veicolo completo di gru.

In conclusione, finora l'Unimog ha svolto tutti i suoi compiti al meglio: dalla fresatura di neve nelle regioni particolarmente nevose del nord della Finlandia, passando per lo sgombero e la spalatura di neve in Finlandia orientale, fino ai compiti speciali che VR Track gli ha affidato. «Per poter stabilire se l'Unimog è adatto alle nostre esigenze avevamo bisogno di sperimentarlo in condizioni invernali», ha dichiarato Timo Riihimäki, Vice President Track Machinery, Rail Materials & Support Services presso VR Track. Era importante che l'Unimog dimostrasse le proprie doti anche nella manutenzione e riparazione di fili aerei. Pure questo compito è stato svolto in modo eccellente, anche grazie alla trazione idrostatica che permette una regolazione continua della velocità di lavoro tra 0 e 50 km/h e che si può comandare perfino dal cestello tramite telecomando. Tra l'altro i conducenti hanno elogiato non solo la visibilità su tutti i lati offerta dalla spaziosa cabina, ma anche l'ottima configurazione dei comandi.

Fonte: rivista Unimog 2/2017
Testo: VEHO OY AB, Finlandia

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl