Un lavoro di coppia nelle gallerie.

Presso la GVB di Amsterdam l'Unimog viene utilizzato per il traino dei convogli della metropolitana.

La GVB, l'azienda di trasporto urbano della città di Amsterdam, oltre agli autobus urbani e ai traghetti gestisce anche la metropolitana e le linee tranviarie della capitale olandese trasportando complessivamente circa 875.000 di passeggeri per giorno lavorativo. L'ampio parco veicoli della GVB si è recentemente arricchito di due nuovi veicoli bimodali realizzati utilizzando come base l'Unimog U423 e destinati a tenere in ordine l'infrastruttura della nuova linea M52 inaugurata nel 2018: impiegati nelle opere di manutenzione e di soccorso, essi operano affinché il flusso del traffico sui binari possa proseguire indisturbato.

 

Raddoppio della forza di trazione grazie alla trazione in tandem.

La particolarità dei veicoli bimodali sottoposti a trasformazione da ZAGRO è costituita dalla possibilità, nei casi di emergenza, di accoppiare gli Unimog per ottenere una forza di trazione pressoché doppia. In tali casi, questa soluzione permette di trainare senza difficoltà un convoglio di 120 m di lunghezza che raggiunge un peso di ca. 200 t anche in presenza di pendenze di > 4 % come quelle che si hanno all'uscita delle gallerie.

«L'utilizzo in tandem prevede l'accoppiamento meccanico ed elettronico degli Unimog e grazie al preciso adattamento del numero di giri è possibile raggiungere una potenza di trazione ottimale», spiega Matthijs Bokma della Koks-Group, il partner commerciale olandese della ditta ZAGRO. Solo l'Unimog piazzato in testa è occupato dal conducente mentre il comando dell'Unimog accoppiato viene effettuato automaticamente dal sistema fornito dalla ditta ZAGRO.

Per raggiungere la potenza di trazione richiesta, entrambi gli Unimog U423 sono equipaggiati dallo stabilimento con un gruppo convertitore di coppia con frizione e con le interfaccia elettroniche necessarie. Affinché la forza di trazione erogata sia adeguata, la trazione viene trasmessa ai binari anche dalle ruote dell'Unimog mentre il sistema di guida su rotaia della ditta ZAGRO consente di mantenere con sicurezza l'assetto. Dei 9,7 chilometri che compongono complessivamente il tracciato della M52, 7,1 km si sviluppano nel sottosuolo; per questa ragione, anche il basso impatto ambientale del motore Euro 6 con cui l'Unimog è equipaggiato ha costituito un elemento importante per la GVB.

1/9

Una soluzione su misura che rivela anche il suo vantaggio in termini economici.

L'accoppiamento in tandem degli Unimog per i casi di emergenza secondo Gijs Brink, responsabile del progetto per la GVB, rappresenterà tuttavia una necessità destinata a verificarsi solo raramente. Per questa ragione gli Unimog sono stati progettati per un utilizzo flessibile nei molteplici lavori richiesti sulla infrastruttura ferroviaria della GVB. L'Unimog U423 con gru di carico e sistema frenante dei carri merci per pesi fino a 400 t, consegnato nel 2017, mostra le sue capacità ogni giorno, quando la metropolitana cessa il servizio e occorre intervenire per sostituire gli scambi o per trainare i mezzi d'opera su rotaia.

Anche l'Unimog U423 consegnato alla GVB nel marzo del 2019 in occasione della fiera RailTech Europe, dotato di sovrastruttura furgonata, di sistema frenante dei carri merci e di attrezzi idraulici per il posizionamento su rotaia può essere utilizzato in modo flessibile dall'azienda di trasporto.

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl