La Stella garantisce la mobilità.

Trainare autobus e mezzi su rotaia – con un Unimog, ovviamente.

Presso le Stadtwerken Krefeld (SWK) la mobilità è un valore primario. E a garanzia della mobilità troviamo un nuovo Unimog U 423. In caso di problemi, esso assicura che autobus & mezzi su rotaia riprendano a filare lisci come l'olio.

Il regno Jörg Lingel è costituito da circa 160 autobus urbani che circolano nelle ore di punta, 40 tram ed una intera brigata di mezzi per lo smaltimento dei rifiuti e la pulizia. In qualità di responsabile del parco veicoli della SWK MOBIL GmbH non è responsabile solo degli acquisti. Tra i suoi doveri più importanti rientra la necessità di garantire la mobilità della sua intera flotta.

A tal fine da poco tempo nel suo parco veicoli è entrato a far parte un nuovo Unimog U 423. Perché di tanto in tanto uno dei tecnici specializzati del team responsabile della mobilità capeggiato da Jörg Lingel deve sganciarsi per recuperare un veicolo rimasto fermo e per trainarlo fino al deposito - in genere a seguito di un incidente con utenti del traffico distratti. «Abbiamo optato consapevolmente per un Unimog U 423 a passo corto dotato di gruppo convertitore di coppia con frizione», ci confida Jörg Lingel, responsabile del parco veicoli, «perché spesso gli autobus e i tram si bloccano in punto molto stretti e difficilmente accessibili. E in quei casi i conducenti devono spesso manovrare in spazi estremamente angusti.»

40 tonnellate da trainare.

Ad esempio, quando è un tram a fermarsi, viene utilizzato il gancio di traino Eggers installato sulla parte posteriore del nuovo Unimog. «Il gancio consente di trainare senza difficoltà i tram restati in panne fino all'officina senza sollecitare l'attacco del veicolo. In questi casi si tratta di trainare circa 40 tonnellate di peso a vuoto», spiega Jörg Lingel. «Nella configurazione bimodale strada-rotaia, il veicolo potrebbe essere utilizzato anche per movimentare su rotaia carichi non frenati fino a 100 tonnellate», aggiunge Ralf Borauke, che ha curato per Jörg Lingel la configurazione dell'Unimog che ora si trova nel piazzale presso la Concessionaria Mercedes-Benz Special Trucks RKF-Bleses GmbH.

Sempre a bordo il contenitore con gli attrezzi necessari.

Jörg Lingel è particolarmente soddisfatto dell'impianto di sollevamento Jotha CombiCon 5018U montato sull'Unimog come attrezzo intercambiabile. «I mezzi vengono immediatamente equipaggiati con contenitori adatti per ogni tipologia di impiego», spiega il responsabile del parco veicoli. Finora gli attrezzi speciali, i sistemi di sollevamento e di traino venivano trainati fino al punto di intervento utilizzando un rimorchio separato. «Adesso non soltanto risparmiamo una quantità di tempo ma quando giungiamo nel luogo dell'intervento siamo molto più mobili», afferma soddisfatto il team manager del gruppo di intervento mobile della SWK.

I rimorchi venivano trainati dal predecessore dell'U 423, un U 400 color argento dotato di una gru da 20 metro-tonnellate. «Il "vecchio" è ancora in forma ma siamo molto lieti di poterlo alleggerire dei compiti di traino e manovra finora svolti», spiega Jörg Lingel. Nel parco dei veicoli speciali della SWL il 400 è un po' come una creatura in grado di svolgere qualsiasi compito. L'Unimog con gru è un veicolo che impieghiamo regolarmente negli interventi di manutenzione e riparazione per la Netzgesellschaft Niederrhein, la società che assicura l'erogazione dell'energia elettrica nella regione.

Ma se al tempo stesso un tram si bloccasse a causa di un incidente causato dall'imperizia di altri utenti del traffico, avendo a disposizione un solo l'Unimog per il pronto intervento la situazione diventerebbe difficile. Con il «nuovo arrivato» il problema è ora risolto. Il potenziale d'intervento di Jörg Lingel si è più che raddoppiato da quando il 423 è entrato a far parte della flotta.

La sicurezza è il principio fondamentale della SWK.

Oltre al giunto di traino Eggers e al sistema Jotha, Jörg Lingel per il suo Unimog ha richiesto in particolare il montaggio di una quantità di dispositivi di illuminazione supplementari. «Tra i nostri compiti rientrano spesso interventi in luoghi remoti. Nei mesi invernali spesso si tratta di operare nell'oscurità assoluta e allora abbiamo bisogno di luce in quantità per poter lavorare in modo efficace.»

«I veicoli che fanno parte del nostro parco sono sempre equipaggiati con tutte le dotazioni disponibili atte a garantire la sicurezza in quanto il principio più importante per noi è proprio la sicurezza: quella dei nostri collaboratori e quella degli altri utenti del traffico.» E questa non è un'eccezione, così afferma Ralf Borauke, specialista Unimog della RKF-Bleses. «È positivo constatare che anche i clienti Business sono ben disposti a investire in sistemi di sicurezza quando devono equipaggiare i loro veicoli.»

Un team affiatato di meccatronici esperti.

Il team che l'Unimog provvede a trasportare fino ai luoghi di intervento è composto da sei meccatronici e dal capo in persona, Jörg Lingel. Questo significa che lo stesso responsabile del parco veicoli ogni sei settimane effettua il turno settimanale di disponibilità completa 24/7. E Jörg Lingel è ben contento di poter fare la sua prima esperienza con il nuovo Unimog. «Spero che non mi tocchi la stessa sorte di tre anni fa», dice ridacchiando. «Quella volta sono dovuto intervenire perché a Krefeld l'acqua presente sulla superficie stradale si era ghiacciata. Cinque autobus erano completamente impossibilitati a muoversi, uno si era bloccato infossandosi fuori città. Io stesso rimasi sorpreso della facilità con cui l'Unimog 400 era stato in grado di liberare tutti gli autobus uno dopo l'altro», rammenta Jörg Lingel.

E il nuovo Unimog U 423 sicuramente non lo deluderà in fatto di maneggevolezza, aderenza e capacità di traino. Il team dei conducenti è composto da meccatronici che appartengono già da tempo al team dell'officina della SWK e che di norma hanno ricevuto qui la loro formazione. Per lavorare con il nuovo Unimog, infatti, la patente per gli autocarri non è affatto sufficiente. «Chi va a prestare soccorso deve avere grande esperienza», spiega Jörg Lingel. «Quando devi effettuare un traino, tutto deve svolgersi con particolare rapidità per ripristinare le normali condizioni di circolazione a Krefeld.»

Poco dopo capiamo il significato delle parole di Lingel, direttore del parco veicoli. Un tram utilizzato per la scuola guida è rimasto fermo non lontano dalla zona industriale bloccando una delle principali linee della rete tranviaria di 80 chilometri della SWK. Dopo appena un quarto d'ora il portone principale di accesso al piazzale dell'azienda si apre e l'Unimog torna vincente trainando il mastodonte da 40 tonnellate. E dopo aver "cambiato verso di aggancio" è pronto a spingere il mezzo portandolo nella gigantesca rimessa dell'officina della SWK MOBIL GmbH – e il traffico riprende a filare liscio come l'olio.

hidden-xs
visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl