«L’Unimog è imbattibile.»

L’allevatore Udo Leib adora il suo nuovo U 529.

«Ho la stella nel cuore», afferma Udo Leib. L’agricoltore e viticoltore 57enne di Hahnheim, a sud di Magonza, non riesce a smettere di parlare del suo ultimo acquisto, un Unimog U 529: «Nel funzionamento con gli attrezzi frontali, l’Unimog è imbattibile, la cabina di guida con il grande finestrino panoramico è ideale per una buona visuale a 360° e consuma un terzo in meno di carburante del trattore agricolo. Non si può non amare l’Unimog». Sembra che Udo Leib reciti un testo pubblicitario di Mercedes-Benz, ma a parlare è proprio la sua profonda convinzione. «Il nuovo Unimog è il mio quarto Unimog. Tutto è iniziato con un 406, seguito da un U 1400 e infine da un U 300».

Concimazione, semina, aratura, coltivazione.

Lavora 150 ettari di terra coltivabile con il suo Unimog verniciato di nero. Concimare, seminare, arare, coltivare - l’U 529 completamente equipaggiato viene messo alla prova ogni giorno. «La potenza (286 CV) dell’Unimog lascia semplicemente senza parole», afferma felice l’agricoltore Leib. Il renano è un tuttofare e una persona davvero allegra; ha avuto una lunga carriera nell’ambito del Carnevale, vende i suoi vini con grande entusiasmo al mercato settimanale di Magonza e Wiesbaden e di recente guida una carrozza a quattro cavalli. Proprio una carrozza a quattro cavalli con la quale lui, da esperto cocchiere, fa trottare i suoi frisoni attraverso la regione. Durante i viaggi in carrozza, la gente del posto e i turisti possono assaggiare i suoi vini - bellissima esperienza con l’intrattenitore Udo Leib.

Tutto nero.

«Nel mio giardino tutto è nero: l’Unimog, la mia nuova Mercedes-Benz Classe G e naturalmente i miei cavalli». Il suo Unimog è dotato di due doppie piattaforme a cambio rapido e può essere utilizzato per quasi tutti i lavori sul campo e su strada. I potenti sollevatori anteriori e posteriori e gli alberi della presa di forza anteriori e posteriori possono azionare tutti i necessari attrezzi montati. Con una potenza di 210 kW, l’albero della presa di forza posteriore realizza tutti i desideri. Ha anche fatto installare di primo equipaggiamento il sistema di ripressurizzazione dei pneumatici TireControl (aumento della forza di trazione fino al 100 per cento), una ventola reversibile, un raffreddamento aggiuntivo, una trazione idrostatica per la corsa continua e un cambio manuale automatizzato nel suo posto di lavoro preferito.

1/15

Bunker di fertilizzante con una capacità di tre tonnellate.

E poiché l’efficienza è fondamentale nella sua attività, quando si è trattato di fertilizzare, Udo Leib ha preso in mano la saldatrice: Il suo bunker di fertilizzante trasportato dall’Unimog contiene non meno di tre tonnellate di granulato. «Due viaggi e ho finito!» Al Sonnenhof non c’è tempo per la noia, sono tutti al lavoro. Con il figlio Johannes, la prossima generazione è pronta da tempo. Il padre Udo gli dà carta bianca. Ma quando si tratta di guidare l’Unimog, non si discute: «L’Unimog lo guido io e nessun altro!»

Un progetto realizzato con la Rappresentanza Generale Unimog:
KBM Motorfahrzeuge GmbH & Co. KG

visible-md and up (hidden-sm and down)
visible-lg and up (hidden-md and down)
visible-xl